|
edilportale
AA
NEWS - URBANISTICA

Via e Vas: l'Ance illustra le modifiche al Codice

Tra le novità, procedimenti più semplici e Via sul progetto definitivo

27/02/2008 - Con la circolare n. 6 del 21 febbraio 2008, l’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) ha analizzato le modifiche al Codice ambiente (Dlgs 152/2006), contenute nel dlgs 4/2008, in vigore dal 13 febbraio scorso, in tema di Valutazione di impatto ambientale e Valutazione ambientale strategica. Tra le principali novità l’Ance segnala: - l’introduzione di disposizioni mirate alla semplificazione dei procedimenti e al coordinamento delle procedure autorizzative in campo ambientale; - l’eliminazione del “silenzio-rigetto”, per effetto della quale l’amministrazione competente deve necessariamente concludere il procedimento di Via o Vas con provvedimento espresso e motivato; - la previsione dell’annullabilità, anzichè della nullità, dei provvedimenti conclusivi di procedimenti effettuati senza aver effettuato la procedura di VIA o VAS; - l’avvio della procedura di VIA sulla base del progetto definitivo anzichè di quello preliminare; - un più ampio riconoscimento della discrezionalità delle Regioni e province autonome nel disciplinare (compatibilmente con le regole generali del Codice) ulteriori modalità per l’individuazione di progetti, piani e programmi da sottoporre a Via o Vas. - una nuova e più ampia definizione di “impatto ambientale” che ricomprende le alterazioni quali-quantitative sull’ambiente non solo negative ma anche positive, che siano conseguenza dell’attuazione di piani, programmi o progetti nelle diverse fasi della loro realizzazione, gestione dismissione compresi eventuali malfunzionamenti. Le nuove regole su Via e Vas riguardano sia le procedure di competenza statale che quelle di competenza regionale; per queste ultime le Regioni hanno tempo 12 mesi per l'adeguamento. Per i procedimenti già avviati continuano ad applicarsi le vecchie norme.