|
edilportale
AA
NEWS - NORMATIVA

Riforma Catasto, Confedilizia: più tutele per il contribuente

Chiesto confronto col Governo per poter intervenire nel merito dell’algoritmo e della determinazione delle rendite

06/08/2013 – “Il Governo continua a sottrarsi al confronto sulle implicazioni della riforma del Catasto”. Lo afferma Confedilizia, che nella struttura del testo non vede una adeguata tutela del contribuente.
 
Come sottolineato da Confedilizia, Tar e Consiglio di Stato intervengono solo in presenza dei vizi di legittimità, mentre le Commissioni tributarie giudicano anche nel merito. Per quanto attiene all’algoritmo giudicherebbero però solo sulla sua applicazione alla consistenza catastale per il calcolo della rendita.
 
Ciò significa, spiega Confedilizia, che l’algoritmo sarebbe impugnabile solo per vizi di legittimità e non per quanto attiene alla congruità.
Al contrario, per Confedilizia rendere impugnabile l’algoritmo risponderebbe ai principi costituzionali del giusto processo.
 
Per quanto riguarda le Commissioni censuarie e di autotutela, Confedilizia afferma che le prime, in cui sono presenti anche soggetti privati, funzionano solo per la validazione degli algoritmi, che non possono rientrare nei contenziosi,mentre le seconde possono intervenire solo verso l’Amministrazione che ha emesso il provvedimento.
 
Secondo Confedilizia bisogna invece trovare un sistema per salvaguardare il diritto del contribuente ad avere un rimedio giurisdizionale nel merito, ma anche evitare un eccesso di contenziosi.